29 marzo 2017

Relazione sulla strategia europea sulla disabilità

La Commissione Europea il 2 febbraio ha presentato la relazione sullo stato di avanzamento dell’attuazione della strategia europea sulla disabilità 2010-2020. La strategia si concentra sull’eliminazione delle barriere in otto aree principali: accessibilità, partecipazione, uguaglianza, occupazione, istruzione e formazione, protezione sociale, salute e azione esterna. Per ogni area sono state identificate azioni chiave ed è stata creata una linea temporale. Grazie all’azione dell’UE, iniziative come la direttiva sull’accessibilità del web e la proposta di Atto europeo sull’accessibilità hanno costituito passi concreti per migliorare i diritti delle persone disabili. Il progetto della tessera europea d'invalidità è stato sperimentato in 8 Stati membri, compresa l'Italia, ed agevolerà i viaggi delle persone con disabilità tra i paesi partecipanti, garantendo pari accesso a vantaggi specifici, soprattutto nel campo della cultura, del tempo libero, dello sport e dei trasporti.
La Commissaria per l’Occupazione, gli affari sociali, le competenze e la mobilità dei lavoratori, Marianne Thyssen, ha commentato: “La relazione sullo stato di attuazione della strategia indica che i suoi obiettivi decennali continuano ad essere pienamente pertinenti. Entro il 2020 circa 120 milioni di Europei avranno una disabilità. L’azione dell’UE ha avuto un impatto rilevante negli ultimi anni, ma non può avere successo senza l’aiuto degli Stati membri”.