01 marzo 2018

Valutazione delle tecnologie sanitarie nell’UE

La Commissione Europea ha presentato lo scorso 31 gennaio una proposta di Regolamento UE per aggiornare la normativa comunitaria sulla valutazione delle tecnologie sanitarie. Obiettivo dell’iniziativa è favorire una maggiore trasparenza, garantendo ai pazienti l’accesso alle informazioni sul valore clinico aggiunto di nuove tecnologie.
Un maggior numero di valutazioni potrebbe portare a strumenti sanitari efficaci e innovativi, più rapidamente disponibili per i pazienti. Per le autorità nazionali ciò significa poter formulare politiche per i propri sistemi sanitari sulla base di evidenze più solide. L’industria, inoltre, non dovrebbe più adeguarsi a standard e procedure nazionali differenti. La proposta di regolamento relativo alla valutazione delle tecnologie sanitarie, getta infatti le basi per una cooperazione permanente e sostenibile a livello europeo in merito alle valutazioni cliniche congiunte in questi settori. Gli Stati potranno soprattutto collaborare in quattro settori principali: 1) valutazioni cliniche congiunte incentrate sulle tecnologie sanitarie più innovative, dall'impatto potenzialmente più significativo sui pazienti; 2) consultazioni scientifiche congiunte con la consulenza delle autorità di valutazione delle tecnologie sanitarie; 3) individuazione delle tecnologie sanitarie emergenti al fine di selezionare precocemente le tecnologie promettenti; 4) proseguimento della cooperazione volontaria in altri settori.