28 ottobre 2019

Terzo incontro del progetto LET IT BE

Il centro della Provincia austriaca dell’Ordine a Kainbach bei Graz ha ospitato dal 9 all’11 ottobre il terzo incontro transnazionale del progetto LET IT BE, finanziato dalla Commissione Europea in accoglimento della domanda presentata lo scorso anno dall’ufficio Hospitality Europe.
Alla riunione hanno partecipato una ventina di collaboratori dell’Ordine e delle Suore ospedaliere provenienti da 6 Paesi europei (Spagna, Austria, Germania, Polonia, Portogallo e Irlanda). Le giornate di lavoro si sono svolte in un clima molto cordiale e costruttivo, considerato che i partners collaborano già da diversi anni in continuità ad un precedente progetto europeo.
Attraverso il progetto LET IT BE il consorzio, guidato dalla Fondazione Juan Ciudad di Madrid, sta realizzando dei programmi educativi digitali per favorire l’apprendimento delle persone disabili attraverso le nuove tecnologie.
Nell’incontro in Austria sono stati coinvolti anche le persone con disabilità che partecipano allo sviluppo ed utilizzo dell’applicazione mobile da cui sono accessibili i programmi educativi digitali, dando evidenza del ruolo primario che possono assumere anche le persone con disabilità intellettive mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie.
Ogni partner ha potuto disporre di uno spazio per presentare i materiali pedagogici sviluppati e testati durante i primi 12 mesi del progetto, ed è stata condivisa l’impostazione di un protocollo europeo per garantire la promozione dei diritti delle persone assistite nei centri, in particolare nelle seguenti aree: cultura istituzionale, organizzazione interna del centro e misure da adottare nei confronti degli ospiti.
Da ultimo, i rappresentanti della Fondazione Vodafone Spagna – partner del progetto insieme ai centri dell’Ordine e delle Suore ospedaliere - hanno illustrato le ultime funzionalità dei serious game (giochi digitali educativi) per favorire le capacità di risoluzione di situazioni problematiche da parte delle persone con disabilità intellettuale. Al centro dell’attenzione sta la volontà di creare un’esperienza formativa efficace e piacevole, anche attraverso simulazioni virtuali del mondo reale (ambito scolastico, lavorativo e sociale)
Il progetto è stato finanziato nell’ambito del programma UE Erasmus+ con oltre 275.000 Euro e proseguirà fino all’estate 2020.
 
Il progetto LET IT BE è finanziato con il sostegno della Commissione Europea. 
L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.