31 maggio 2021

Mobilità virtuale del progetto LET IT BE

Dal 26 al 30 aprile si è svolta a mezzo piattaforma Zoom la mobilità virtuale conclusiva del progetto europeo LET IT BE (acronimo del titolo del progetto in lingua inglese learning through innovative technology boosting equality), iniziato nel settembre 2018.
La mobilità collettiva è una delle possibilità usufruibile nei progetti Erasmus+ per consentire ad un numero elevato di partecipanti al progetto di viaggiare e trascorrere alcune giornate insieme per condividere le attività ed i risultati ottenuti nei singoli Paesi.
A causa della pandemia e delle conseguenti limitazioni ai viaggi ed agli spostamenti, la mobilità si è svolta in modalità virtuale con un ciclo di sessioni Zoom che hanno riunito oltre 90 persone di 8 Paesi UE per 5 giorni consecutivi. La maggior parte dei partecipanti era costituito da persone con disabilità assistite nei centri dell’Ordine e delle Suore ospedaliere coinvolti nel progetto LET IT BE, le quali hanno potuto illustrare ai propri colleghi europei i programmi di apprendimento digitale sviluppati con l’applicazione “Mefacylita” della Fondazione Vodafone Spagna.
E’ stato particolarmente soddisfacente il livello di entusiasmo e coinvolgimento dei partecipanti alla mobilità virtuale ed in generale a tutte le attività del progetto, nonostante l’impossibilità di continuare le riunioni in presenza dei rappresentanti dei partners e le criticità affrontate in ogni struttura per far fronte ai rischi di contagio da Covid-19.
Il progetto LET IT BE é teminato ufficialmente il 30 aprile scorso. Nella pagina web (www.mefacilytaletitbe.eu) sono raccolte le informazioni, i video ed i documenti prodotti dai partners, disponibili in più lingue. Un ringraziamento per la buona riuscita del progetto va ai collaboratori che si sono spesi senza risparmio per realizzare le attività prefissate e soprattutto per offrire alle persone disabili coinvolte un’opportunità unica di crescita ed interazione con altre persone nel continente europeo.